campo di stermio di Auschwitz

Il seme della memoria

“Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”

Martin Niemöller

Oggi ricorre la “Giornata Intrenazionale della Memoria” e la data del 27 gennaio non è casuale. In tale giorno, nel 1945, le truppe dell’Armata Rossa irruppero nel campo di concentramento di Auschwitz e rivelarono al mondo l’orrore che veniva portato avanti con scientifica efficienza dietro quel filo spinato.

Ho scelto di ricordare queste parole del pastore luterano Martin Niemöller (per anni attribuite erroneamente a Bertolt Brecht) in quanto ricordano molte delle categorie che sono state interessate dall’infame persecuzione nazista e la colpevole indifferenza della società dell’epoca. Altre vittime di questa strage furono i disabili e i testimoni di Geova e tanti altri soggetti che dissentivano e provarono ad opporsi a questa barbarie.

I semi del ricordo e della testimonianza sono semi importanti da piantare, perché consentono di mantenere la memoria storica dei fatti attraverso le generazioni. Documentare l’atrocità subita è uno sforzo immane e accogliere il racconto dei sopravvissuti può essere difficile, ma sono gli unici mezzi che abbiamo per evitare che si riproponga la malsana idea di uno sterminio sistematico di chi ci sembra diverso.

Alessandra Costantini

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca il pulsante iscriviti  nella homepage del blog per ricevere gli articoli e gli aggiornamenti de “La Buona Semina” direttamente nella tua mail.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...